Dermaroller

dermaroller romaMentre una singola puntura non induce alcun effetto e non innesca alcun processo positivo per la cute, centinaia di microscopici aghi inducono sufficiente formazione di collagene per sviluppare un processo di riempimento in cicatrici post-acneiche, rughe labbro superiore, rughe, smagliature, cute del viso fotodanneggiata, decolté.

Il trattamento con Dermaroller permette un miglioramento delle irregolarità cutanee superficiali del volto, quali rughe sottili, difetti di pigmentazione da danno solare, cicatrici da acne.

Indicazioni del Dermaroller
Il trattamento con Dermaroller risulta indicato nel trattamento delle rughe superficiali del volto e delle cicatrici esito di acne. La metodica viene utilizzata isolatamente, in pazienti con difetti della trama cutanea, ma può anche essere opportunamente associata ad un lifting chirurgico, che porta ad un riposizionamento dei tessuti senza però migliorare l’aspetto della cute.

Il trattamento non presenta controindicazioni, tranne nei/nelle pazienti di colorito scuro, che sono predisposti/e ad un rischio elevato di alterazioni della pigmentazione post-trattamento.

Un’importante controindicazione è rappresentata da pazienti poco motivati o poco collaboranti, che non siano in grado di seguire scrupolosamente la terapia post-chirurgica. Nel caso esistano precedenti di infezioni erpetiche, verrà prescritta una terapia con Aciclovir da cominciare qualche giorno prima.

La profondità del trattamento, che condiziona l’entità del risultato ma anche il tempo di recupero estetico, è basata fondamentalmente sulla quantità di passaggi con il Dermaroller.

L’efficacia maggiore del Dermaroller comporta però un arrossamento post-trattamento che può durare anche alcuni mesi. La paziente, in questo periodo, deve evitare di esporsi ai raggi ultravioletti e mascherare l’arrossamento cutaneo con un fondotinta molto coprente.

Il trattamento deve quindi essere accuratamente pianificato con il/la paziente, che deve essere consapevole che il risultato, estremamente favorevole sotto il profilo estetico, si associa ad un lungo decorso post-trattamento e che dovrà seguire scrupolosamente, per alcuni mesi, le istruzioni del medico.

Dopo il trattamento
Dopo il trattamento non è presente dolore, anche se si manifesta abitualmente un gonfiore del volto, destinato a diminuire gradualmente. Dopo 2-6 giorni il medico rimuove la medicazione e prescrive una pomata antibiotica o detergente atta a favorire la rimozione delle crosticine ancora presenti, che il paziente non deve assolutamente grattare o rimuovere.

A guarigione avvenuta, è presente un arrossamento più o meno intenso a seconda della profondità del trattamento eseguito. In questa fase è particolarmente importante utilizzare creme solari a filtro totale, per il rischio elevato di iperpigmentazione della zona trattata nel caso venga esposta, senza protezione, all’azione dei raggi ultravioletti.

La paziente deve essere consapevole dell’importanza di seguire scrupolosamente i consigli medici per ottenere nel minor tempo possibile i risultati estetici desiderati.