Grasso e Staminali – Rai1 – Buongiorno Benessere

Scopri che cosa è il lipofilling

Erano gli anni ’70 quando avveniva la prima liposuzione, aspirazione di grasso ma dovevano passare più di 30 anni per far si che quel grasso venisse reinserito nel corpo con successo. Oggi andremo a scoprire le novità della medicina rigenerativa nel campo della chirurgia estetica con il Dottor Luca Piovano.
Che cosa consiste oggi un’operazione di medicina rigenerativa? Il trattamento si svolge in un ambulatorio chirurgico mediante l’aspirazione del grasso autologo di una paziente in una zona donatrice così detta, quindi può essere un addome, un fianco andiamo a prelevare una siringhetta di grasso. Dopo di che questo grasso lo purifichiamo. In questo preparato che noi otteniamo ci sono delle cellule adipose e altre cellule pre-adipociti, precursori delle cellule adipose. Queste cellule hanno la capacità di dare la rigenerazione del tessuto, cioè prendono le sembianze di dove noi andiamo a metterle.
In quali campi si applica la medicina rigenerativa? Viene molto utilizzata nel campo della medicina degli ortopedici e nel campo della chirurgia odontoiatrica, dove vogliamo andare a rigenerare un tessuto danneggiato dopo un trauma. Si utilizza anche fondamentalmente per le cicatrici.
La paziente di oggi che tipo di problematica ha Dottore? Ha un moderato foto-ageing e un crono- ageing quindi anche un invecchiamento legato all’età, legato all’esposizione del sole: un semplice invecchiamento del tessuto cutaneo.
Dottore, come è andata l’operazione? Qual è il risultato? Abbiamo appena terminato, la paziente sta bene, non ha sentito dolore ed è molto importante essendo un trattamento poco traumatico. Tra una settimana vediamo bene l’effetto volumizzante residuo, per l’effetto rigenerante dovrà aspettare almeno 3-4-5 settimane che queste cellule vadano a stimolare tramite degli ormoni locali, fattori di crescita, il tessuto.
Perché lei consiglia questo metodo? Perché è efficace? E’ un trattamento che una volta fatto porta ad un miglioramento duraturo, quindi questo grasso è un tessuto vitale.