Rinoplastica

La rinoplastica è l’intervento chirurgico estetico personalizzato del naso al fine di migliorane la forma, le dimensioni, l’aspetto. Consiste nel correggere le imperfezioni del singolo naso.
rinoplastica
I rapporti alterati delle varie strutture del viso sono attentamente analizzati, al fine di cercare un equilibrio.

Infatti parlando di rinoplastica è d’obbligo considerare la profiloplastica, cioè l’eventuale correzione associata del mento, degli zigomi e delle bozze frontali. Durante la visita preliminare il chirurgo chiederà, facendo guardare allo specchio il soggetto, quali imperfezioni desidera correggere in particolare.

Questo aiuterà il chirurgo a capire le Sue aspettative e determinare come possano essere realisticamente risolte. Successivamente il chirurgo ed il paziente, insieme, elaborano l’immagine fotografica. L’intervento può esser praticato, dopo la pubertà, a qualsiasi età. Non prima di sei mesi, dopo l’intervento, si valuta il risultato così ottenuto.

Intervento di rinoplastica

L’intervento di rinoplastica si esegue in anestesia combinata, in regime di day-hospital. Le cicatrici residue dopo l’intervento, classico, sono localizzate all’interno delle narici.

Trattamento post-operatorio

Dopo alcune ore dall’intervento di rinoplastica il paziente può riprendere le proprie attività con moderazione (la sera stessa può cominciare ad alimentarsi).

Viene dimesso 12-24 ore dopo l’intervento, dopo la rimozione dei tamponi. Se l’intervento è associato a settoplastica i tamponi verranno lasciati per 48-72 ore.

Un eventuale gemizio sanguinolento raramente è presente nel retrofaringe, nelle prime ore, come la comparsa di edema ed ecchimosi, di entità variabile, in zona periorbitaria. Dormire possibilmente in posizione semiseduta. Tra la quinta e la nona giornata post-operatoria viene rimosso il gesso. E’ necessario evitare l’uso di occhiali pesanti per circa 4 settimane. La ripresa dell’attività fisica e l’esposizione prolungata al sole è consentita solo dopo 3-4 settimane.

Possibili complicazioni
Le complicazoni che possono verificarsi sono di due tipi. Quelle relative all’anestesia generale sono state esposte nella prefazione. Quelle correlate all’intervento sono:

  • Sanguinamento: è raro, ma può verificarsi, solitamente entro le prime 24 ore; in tal caso sarà necessario un tamponamento nasale antero-posteriore.
  • Ridotta sensibilità della punta del naso: è variabile, e, se presente si risolve in genere nel giro di 3-4 settimane.
  • Imperfezioni residue: risoltosi l’edema possono evidenziarsi, talvolta (15%) piccole imperfezioni che sono facilmente eliminabili con un intervento di ritocco.